PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

pdf4

 

PREMESSA

La scuola, in quanto comunità di pratiche e relazioni interpersonali, rappresenta a tutti gli effetti un contesto educativo e di vita sociale e necessita, pertanto, di una definizione, seppure delineata a grandi linee, di un patto condiviso tra tutte le componenti che interagiscono con l’istituzione scolastica; patto al quale tutti possano far riferimento per gli interventi educativi sul singolo e sul gruppo, per quelli relativi alle gestione delle classi ed in genere della vita scolastica.

Il patto formativo fa parte del curricolo implicito e rappresenta un campo d’intervento che la scuola vuole condividere con la famiglia, al fine di trovare le strategie d’intervento più adatte alla crescita e allo sviluppo dei ragazzi in termini di cittadini attivi e consapevoli. La caratterizzazione di tale patto nasce dalla consapevolezza che gli alunni sono portatori di un diritto costituzionale alla formazione e all’istruzione che, se pienamente realizzato, dà valore e senso profondo all’esistenza stessa della scuola.

I diritti degli alunni, infatti, si traducono in doveri per gli insegnanti e per tutto il personale della scuola che, nel suo insieme, costituiscono una comunità educativa che ha come finalità lo sviluppo di un ambiente sereno e la creazione di un ambiente razionale di educazione e formazione; tali diritti devono essere anche un impegno per le famiglie e quindi rappresentano la piattaforma di riferimento per tutti, scuola e famiglia, per eliminare ogni forma di discriminazione che possa ostacolare il percorso di formazione e di educazione degli alunni.

I doveri degli alunni, al pari dei diritti, diventano obiettivi educativi in quanto, essendo relativi a soggetti in età evolutiva, non indicano atteggiamenti e comportamenti di fatto acquisiti e quindi rigidamente sanzionabili, ma rappresentano gli indicatori di riferimento per la strutturazione degli interventi educativi miranti al conseguimento di competenze relative all’autonomia sociale, alla convivenza democratica e alla formazione della persona.

Il Patto Formativo di Corresponsabilità si pone in posizione intermedia tra le norme generali dettate dagli ordinamenti, quelle non scritte relative all’educazione e alla convivenza democratica, le linee guida offerte dal POF (Piano di Offerta Formativa) e le norme particolari che interessano la nostra istituzione scolastica.

E’ stato redatto nella convinzione che la definizione e la condivisione di questo documento, nell’esplicitare gli impegni di ogni componente, significhi anche riconoscere e dare dignità ad uno spazio educativo, dove scuola e famiglia si incontrano, collaborano e si integrano nella condivisione e nello sforzo comune di mirare alla crescita formativa di futuri cittadini consapevoli.

 

 

I DOCENTI SI IMPEGNANO:

  • A formulare progetti educativi e didattici coerenti con le indicazioni nazionali e con il POF del Circolo per realizzare percorsi di insegnamento che concorrano alla conquista dell’autonomia personale, alla maturazione dell’identità, allo sviluppo dell’apprendimento e del metodo di studio, della creatività, delle competenze;
  • a realizzare percorsi formativi che favoriscano la buona convivenza civile, che rafforzino le attitudini all’interazione sociale, all’impegno, al pensiero critico.
  • ad essere disponibili all’ascolto e al dialogo con gli alunni e con le famiglie;
  • a contribuire allo sviluppo e all’orientamento dell’allievo favorendo la presa di coscienza dei propri bisogni, interessi ed attitudini;
  • a ricercare un buon clima di classe che garantisca le relazioni e l’apprendimento nel rispetto dei ruoli;
  • ad accrescere il livello emozionale in ciascun alunno e nel gruppo classe per promuovere l’impegno personale e collettivo, strutturando la lezione in modo da favorire l’autonomia e la cooperazione tra alunni;
  • a tenere conto delle differenze nelle modalità, nei ritmi, negli stili di apprendimento per garantire il diritto allo studio e perseguire il successo formativo di ciascun alunno:
  • a dare la massima trasparenza nell’esplicitazione, agli alunni e alle famiglie, degli obiettivi, delle modalità d’insegnamento, dei criteri di valutazione;
  • a calibrare i carichi cognitivi sia durante l’orario scolastico che nei compiti a casa;
  • ad organizzare le attività didattiche e dare indicazioni sui fascicoli/libri da utilizzare in classe, così da non sovraccaricare gli zaini;
  • a tenere informate puntualmente le famiglie sull’andamento degli alunni;
  • a scambiare con le famiglie ogni informazione utile per la buona riuscita del lavoro scolastico e della relazione educativa, anche per rimuovere eventuali cause di demotivazione, disagio, scarso impegno;
  • a rispettare le scelte educative della famiglia

 

 

GLI ALUNNI SI IMPEGNANO:

  • a rispettare il Dirigente, i docenti, il personale ausiliario (tecnico ed amministrativo), i compagni;
  • ad osservare le regole della convivenza nel gruppo, rispettando le persone e le cose;
  • ad assumersi le responsabilità e le conseguenze delle proprie azioni, anche con atti di riparazione, in caso di condotte contrarie alla buona convivenza e al rispetto delle persone e delle cose;
  • a lavorare con impegno e responsabilità, osservando le prescrizioni e le indicazioni degli insegnanti;
  • a rispettare l’igiene personale e ad indossare abiti consoni all’ambiente scolastico;
  • ad essere puntuali ed assidui nel rispettare le consegne di lavoro a scuola e a casa;
  • ad avere a disposizione il materiale di lavoro richiesto dall’orario delle lezioni, tenendolo con cura;
  • a comunicare sempre agli insegnanti difficoltà proprie e del gruppo, allo scopo di ricercare le soluzioni relative;
  • ad accettare eventuali insuccessi nel lavoro e nel gioco con serenità e motivazione al miglioramento;
  • a non umiliare i compagni e non aggredirli in alcun modo, specie se più piccoli;
  • a collaborare con i compagni e con tutti gli operatori della scuola per mantenere e far crescere la buona immagine dell’intero Circolo Didattico

 

 

LE FAMIGLIE SI IMPEGNANO:

  • a rispettare le modalità e le strategie di insegnamento messe in atto dagli insegnanti e il loro ruolo formativo;
  • a rispettare quanto previsto dal Regolamento di Circolo;
  • a collaborare costruttivamente con il Dirigente e con i docenti per la formazione dei propri figli
  • a partecipare alle riunioni di ricevimento dei docenti, agli incontri istituzionali della scuola e alle attività programmate che prevedano il coinvolgimento delle famiglie;
  • a scambiare con gli insegnanti ogni informazione utile alla buona riuscita del lavoro scolastico e della relazione educativa, anche per rimuove eventuali cause di demotivazione, disagio, scarso impegno:
  • a rispondere di eventuali danni arrecati dai propri figli e di eventuali multe e sanzioni cui vanno incontro;
  • a collaborare con la scuola nel sostenere l’apprendimento delle regole di convivenza e nell’assunzione di impegno e responsabilità degli alunni
  • a collaborare con la scuola, controllando sistematicamente il lavoro dei figli , soprattutto verso l’impegno pomeridiano e a verificare che negli zaini ci sia l’occorrente strettamente necessario all’attività scolastica, onde non sovraccaricarli di dannosi pesi aggiuntivi;
  • a firmare tempestivamente le comunicazioni scuola-famiglia e le giustificazioni per le assenze
  • ad evitare di far portare a scuola telefoni cellulari ed apparecchiature elettroniche non necessarie all’attività scolastica
  • a contattare periodicamente i genitori rappresentanti di classe per tenersi informati sull’andamento educativo e didattico;
  • a contribuire al mantenimento e miglioramento della buona immagine della scuola;
  • a rispettare il calendario scolastico e gli adeguamenti che il Consiglio di Circolo dovesse deliberare.

 

N.B: I genitori e i docenti si impegnano a far conoscere, nei limiti delle capacità dei singoli alunni, e a far rispettare il presente Patto Formativo di Corresponsabilità.

 

 

La Scuola                                           L’Alunna/o                                        I Genitori / Affidatari